A domanda, rispondo

Ci sono mail che pongono questioni a cui si può rispondere con un intero post; altre invece hanno bisogno di risposte così veloci che ho deciso di raggrupparle e creare una sezione apposita. Ovvero questa. Have fun!


Ciao, ho letto del tuo blog da quello di Anna, Moda per principianti, e volevo chiederti un parere.
Nei primi giorni di settembre ho un matrimonio e ho visto un vestito che mi piace da Max&co: ti ho allegato le foto. Il vestito è color cipria, carino ma molto semplice; ovviamente non veste i miei fianchi da clessidra taglia 46-48 come quelli della modella della foto, ma credo mi stia davvero bene.
I problemi ora sono due:
-non so se il vestito sia adatto al matrimonio, che sarà di giorno e si terrà prima in chiesa, poi in una sala ricevimenti moooolto elegante immersa nel verde (ho il terrore di non essere abbastanza elegante);
-non voglio abbinare gli accessori in maniere banale: es. la commessa continuava a volermi far abbinare una cintura nera con degli strass e, per quanto nero e cipria stiano bene insieme, volevo un abbinamento meno scontato, es. con un verde menta, non so!
Potresti aiutarmi?
Grazie in anticipo
Francesca

Cara Francesca, 
il vestito mi sembra bello ed appropriato per un matrimonio anche molto formale: non serve sfoggiare sei metri di velo colore del cielo per essere elegante e curata. Se poi tutte saranno in Valentino e coda di rondine... portati un monocolo da tenere in borsetta! 
Passiamo al colore; il nero e il cipria insieme sono l'accoppiata per eccellenza ma, come disse qualcuno ben più scafato di me, "avanguardia pura". Certo, se vuoi andare sul sicuro, torna dalla commessa e falla felice. Altrimenti puoi sempre ispirarti al  color block dell'estate scorsa che, dismessi diograzie i colori fluo, accostava tra loro i pastello. Hai la fortuna che il cipria sta bene praticamente con tutto: menta, azzurrino, bianco, fucsia (hi, Barbie), grigio, violetto... Certo, deve piacerti l'effetto sorbetto ma dopotutto sarà estate dunque perchè no?! 
Una buona alternativa è poi il tortora, che potrebbe anche salvarti dal dilemma estetico scarpa-cintura-borsa menta, verdino, violetto.  Certo, sembreresti uscita da un balletto, ma dentro di noi c'è sempre una ballerina inespressa a cui dar voce.Immaginati in cipria, tortora e labbra corallo. Oppure, in cipria, pastello e trucco nude. Chiudi gli occhi. In quale delle due immagini ti senti più bella?  

(Non riesco ad inserire i link alle immagini; pazienza! La prima è tratta dalla campagna 2006 di Prada, un catalogo che è chiuso nel mio armadio da 7 anni e che non smetterò mai di amare; la seconda la trovate qui)




Mi chiamo Rossella, ho 20 anni, e grazie alla mail di Anna ho scoperto di essere una pera magra con spalle larghe; prima o poi scriverò per ricevere qualche consiglio su di me, ma oggi la mia mail è per una mia amica.
Lei è una mia coetanea, che recentemente ha cambiato il suo look, passando da una chioma lunghissima ad un taglio molto corto. Ovviamente il passaggio drastico l'ha un po' spiazzata, e spesso si lamenta del suo nuovo aspetto, rimpiagendo le sue vecchie lunghezze.
Ai miei occhi invece è splendida; ha un viso molto bello e particolare, che viene valorizzato da questo taglio; per questa ragione, arrivato il suo compleanno, avevo pensato di regalarle qualcosa, abito o accessorio, che riuscisse a mettere in luce i vantaggi che questo nuovo stile le dà.
E' una ragazza di corporatura atletica, un rettangolo alto 1,65, come taglia porta la 40-42. Ha uno stile fresco e giovanile, adora indossare vestitini e magliette con scollature e decori particolari, negli accessori è invece più sobria.
Ho pensato di scriverti perché, nella mente di molte di noi, per essere belle e femminili avere i capelli lunghi è fondamentale; spesso invece un taglio corto, se unito in maniera intelligente ad un look particolare, può dare quel tocco in più che ci può rendere uniche.
Grazie mille per l'attenzione,
Rossella

La prima (e unica) volta che mi sono tagliata i capelli corti, l'innamoramento è durato circa 2 giorni; il tempo della piega. Poi ho iniziato a rimpiangere i miei capelli e ho giurato a me stessa che giammai li avrei tagliati di nuovo. Anche perchè l'effetto doveva essere questo. Capirete bene che è giusto rimasto così finchè il potere del phon e del ferro non si sono miseramente esauriti, lasciandomi con tre peletti in testa (che anche se sono ricci e creano volume, restano tre peletti) che gridavano vendetta. Questo per dire che sì, c'è gente che con il corto sembra una pecora dopo la tosatura; e gente invece che col corto sta benissimo. Il caso della tua amica è il secondo. A un viso come il suo, il taglio corto dà personalità. E non è vero come spesso di pensa che per essere femminili bisogna avere una chioma fluente: pensa a Marilyn Monroe, Anne Hathaway, Carey Mulligan, Audrey Hepburn, Berenice Bejo. 
Per valorizzare questo taglio, io punterei su un trucco ad effetto (occhi smokie, labbra nude) e su un accessorio importante: un grosso mono orecchino (quando gli orecchini sono molto grandi, meglio indossarne solo uno per volta) di bronzo o rame (perfetti per il suo colore di capelli e la carnagione), preso in un mercatino solidale (così hai la certezza che non ti vendano patacche e l'handmade ti garantisce l'assoluta particolarità e unicità dell'oggetto). Le illuminerà immediatamente il viso, rendendola ancora più bella e particolare.  Oppure, se vuoi lanciarti, un bel cappello in seta stile anni '20. Ma per quello, devi essere certa che li usi e che non si senta troppo retrò. Io adoro i capelli e ne provo a decine: mai una volta che ne abbia portato uno fuori dal negozio! 





Ciao! Innanzitutto complimenti per il tuo blog che mi piace molto, perché dai consigli senza imporre nulla nè cercare di stravolgere la personalità e i gusti di chi ti scrive. E non è così scontato :)
Ti scrivo perché da sempre ho un dubbio amletico sui collant color carne. Nelle mezze stagioni ho grosse difficoltà ad indossare gonne ed abiti: senza calze ho freddo, ma i collant coprenti sono troppo spessi o non si abbinano per niente. A volte allora ripiego sui suddetti collant color carne (quelli non "lucidini"), ma le mie amiche dicono sempre che sono da vecchia...
Io non ho mai capito se vanno bene o meno, mi puoi svelare l'arcano?
Grazie! :)


Ebbene sì: i collant color carne sono da vecchia. Arcano svelato. Però io li uso. Non sono una tipa particolarmente freddolosa, chi mi conosce lo sa, ho sfidato il gelo di dicembre con una cappa di lana e nient'altro. Li uso principalmente in due occasioni: quando indosso un paio di ballerine nuove e non ho alcuna intenzione di passare due settimane riempiendomi di cerotti (cosa che non accade da più di un anno, dato che l'unico paio di ballerine concesso ai miei piedi piatti costa una cifra non indifferente); e quando indosso le scarpe da ginnastica con i jeans. Odio i calzini a vista. Vorrei vivere in un mondo in cui tutti indossano la sneakers sulla caviglia nuda. Ma ovviamente così non è e per non distruggermi i piedi indosso gambaletti color carne (che quanto a vecchiume sono IL MALE). Se ne accorge nessuno? No. Quindi se i vestiti senza calze, soprattutto nella mezza stagione, non puoi proprio portarli perchè hai freddo (ed avere freddo è un tuo sacrosanto diritto) e i collant colorati (ragionevolmente) ti lasciano insoddisfatta, datti pure ai collant color carne. E a chi ti dice "sono da vecchia" rispondi "no, sono vintage".

Etichette: , , , ,