# Bassine in lungo


Cara Sara,
Seguo il blog di Anna da due anni ormai, ma questa è la prima mail che invio per avere consigli in campo di moda.
Mi chiamo Sol, ho 19 anni e frequento l'università di lingue, da molto mi sto interrogando sulla mia possibile forma e credo di essere una clessidra variata.
Da un anno ho deciso di cambiare look, di indossare più gonne e di uscire dalla routine della ragazza jeans-maglietta, il problema però è che nella mia università e nella mia città questa routine la fa da padrone e quasi mai si trovano in giro ragazze con gonne e vestiti, a limite si scorgono dei look alternativi e anche piuttosto improbabili. Credi che nonostante questo io debba andare avanti con il mio stile e magari iniziare anche ad indossare i tacchi (ebbene sì, i tacchi sono banditi dalla mia città) anche rischiando di essere vestita "troppo bene" o invece moderarmi e lasciare i vestiti e il resto alle occasioni più importanti?
Il mio nuovo stile mi ha fatto anche valutare la possibilità di indossare un abito lungo al diciottesimo del mio ragazzo, pensi che con la mia altezza possa permettermelo? Secondo te quale modello dovrei scegliere, con spalline o senza? Ne ho provati un paio in alcuni negozi e mi ci sento benissimo, ma ancora una volta si tratterebbe di una scelta azzardata per i motivi che ti ho elencato, ho bisogno del tuo aiuto e del tuo consiglio!




Cara Sol, in che razza di città vivi?! Una città dove le ragazze si vestono solo in jeans e maglietta e i tacchi sono banditi! Fuggi immediatamente! Anzi, resta e indossa gonne e tacchi e gli abiti che ti fanno sentire bellissima, senza preoccuparti di come sono vestiti gli altri. L'unico caso in cui forse è meglio lasciare a casa i tacchi è la spiaggia, per il resto portali ovunque; non ci hanno insegnato niente Enzo e Carla?! Ciò che può dividerti dal tacco dodici è soltanto la tallonite! 
Scherzi a parte, io porterei tacchi e ballerine anche per andare a letto e non mi sento mai eccessivamente elegante; non si è mai troppo eleganti, solo troppo volgari, dove la volgarità sta più nell'indossare qualcosa che non ci sta bene per il puro gusto di apparire o peggio omologarsi. Sii sempre coerente con te stessa e sarai sempre all'altezza di qualsiasi situazione. Ti invitano ad un compleanno e ti senti in vena di mettere i tacchi alti con jeans e blusa? Non costringerti ad indossare altro. Devi sentirti a tuo agio. Questo è fondamentale. 


Veniamo alla questione abito lungo per "bassine", come ti definisci nella mail. Io trovo che non ci sia assolutamente niente di male ad essere minuta ed indossare un abito lungo, anzi. Ci sono moltissime attrici e cantanti che sul red carpet sfoggiano abiti a sirena senza raggiungere il metro e sessanta; la gente che ti conosce sa benissimo quanto sei alta, non se ne accorgerà certo proprio quella sera, vedendoti in lungo! Inoltre, la tua corporatura minuta rende il gioco ancora più semplice: a patto che tu scelga un abito lungo e dal colore uniforme che segue le tua forme e non infagotti la figura. Le rouches, le maniche vaporose, le sovrapposizioni di tessuto e di colori è meglio lasciarle a chi ha un'altezza superiore. Ultima condizione: tacchi alti. Non altissimi, o sembrerai sui trampoli. Direi che un 10 cm può essere un ottimo compromesso. Ah, e ricorda che abito lungo non è sinonimo di abito da cerimonia; anzi, spesso gli abiti lunghi da cerimonia sono quelle cose orrende che le americane impongono alle damigelle (per farle scannare ad uso e consumo di Real Time) e che poi restano a marcire negli armadi per il resto della loro esistenza. Donna avvisata...



Etichette: , , , , , ,