Cambio stile

Edit: per la serie "quanto poco tecnologica so essere nonostante i miei 26 anni" ho cancellato (senza sapere come) tutta l'introduzione a questo post e parte della lettera di Ari. Un minuto di silenzio per il mio unico neurone rimasto attivo. 
Ad ogni modo, mi piacerebbe che questo appuntamento diventasse una rubrica fissa (se imparo a fare le varie pagine sotto il titolo sono a cavallo) per osservare come una ragazza si costruisce il proprio stile, cosa che può essere utile a tutte -credo. Questo in brevissimo. 

Ciao, Ari,
ti scrivo perché ultimamente sento sempre più il bisogno di cambiare stile (o meglio, di trovare il mio), e ho capito che invece che passare il tempo a radiografare il blog di Anna e il tuo è il momento di agire, anche solo un po' per volta.
Non ti spaventare per l'email lunga! Non scrivo per chiederti, così dal nulla, di aiutarmi a trovare uno stile già bello e pronto per me, ma perché mi piacerebbe cominciare a chiederti di tanto in tanto piccoli consigli, in modo da non sovraccaricarti ma da riuscire comunque ad avviare questo processo in stasi da troppo tempo.
In questa email vorrei descriverti meglio il mio fisico e le cose che tengo più a nascondere, e cominciare a parlarti di che tipo di stile vorrei riuscire a creare. Non dovrai rispondere un granché a quello che oggi ti scrivo insomma, è più per "presentare" me e il mio problema e per darti una base da cui partire, darti modo di farmi domande e di sapere già tutto se mi viene in mente qualche domanda specifica, da farti ovviamente in email molto più brevi. Se poi ti vengono già in mente consigli a caso da darmi, senza pensarci troppo, ben venga! In particolare, se ti viene in mente a bruciapelo qualcuno a cui pensi che potrei ispirarmi...beh, ORO.
Anna mi ha detto che sono molto probabilmente una pera con poco punto vita: il problema è che devo ancora capire che vestiti preferire per assecondare la mia forma, difficile perché è un incrocio fra una mela e una pera. Ho i fianchi da pera, ma la mia vita non è segnata come dovrebbe essere: parte piuttosto stretta sotto il seno, scende dritta per un po' e poi si allarga progressivamente. Le cosce, come sai, sono le mie principali nemiche, ma le ginocchia non sono particolarmente grosse come capita spesso alle pere, e neanche i polpacci: per questo con le gonne che ho (poco sopra al ginocchio) mi sento abbastanza bene, mentre con i pantaloncini per niente, anche se mi piacerebbe davvero tanto trovare un modello che mi stia bene, anche perché sono un capo che mi piace e che in certe situazioni serve. Ne ho 2 paia ma li metto poco, ho l'incubo di vedere le cosce allargarsi come una zuppa appena mi siedo.
Chiariamo: sono contenta di avere delle curve, solo che vorrei essere più tonica...piano piano magari ce la farò anche, ma sarà comunque un processo moooolto lento, perché è ciccia che ho cominciato ad accumulare quando ero piccola e aumentata nel corso degli anni: sono sempre stata sedentaria, solo ora comincio a darmi una "smossa".
Sono bassa (circa 1,60), porto una 42-44, per l'intimo in genere prendo una 2° sopra e una L (voglio stare comoda!) o minimo una M sotto. Sono pallida, ma dato che è una cosa che non posso cambiare neanche prendendo il sole tutti i giorni (anzi, peggio: mi viene l'eritema -.-) ho deciso di non viverlo assolutamente come un problema, e anzi, a volte lo vedo come un punto di forza...penso a Satine del Mouline Rouge e a Arween del Signore degli Anelli, il pallore ne aumenta solo il fascino. 
Pinterest

Ti parlo un po' di cosa vorrei e cosa mi piace. Per ora, come ti ho già detto, non ho uno stile: ho cose che mi piacciono e cose che non mi piacciono (e a volte il limite non è neanche tanto chiaro), e ho problemi a capire cosa mi sta bene e cosa no. Quello che vorrei taaaaaanto tanto tanto è riuscire a costruirmi una scelta di vestiti (un "armadio") con cui andare sul sicuro quando voglio essere "a posto" in situazioni quotidiane: andare all'università, a un pranzo a casa dei genitori del mio ragazzo, uscire a fare un giretto, e così via. Dato che sono una studentessa disoccupata cerco uno stile rilassato, carino ma non particolarmente elegante, con cui sentirmi me stessa.
Ho bandito, quindi, i tacchi alti: oltre a non trovarmici molto a mio agio, sarebbero poco pratici e spesso fuori luogo...mi sembrerebbe ridicolo andare a lezione con un tacco 12! Mi piacerebbe avere qualche paio di tacchi alti circa 5 cm da mettere quando voglio essere più elegante, ma per ora non ne ho trovati che fanno al caso mio, anche perché per me la parola d'ordine è 
comodità, che mi è indispensabile per sentirmi a mio agio. Le sneakers sono le scarpe che metto più spesso (stile converse), eccetto ovviamente con le gonne e con i vestiti, per quelli vado di sandali e stivali, e molto raramente ballerine: se ne troverò un paio di comode le metterò più spesso, ma non comunque sono il mio genere.
I pantaloni sono l'unico punto sicuro che credo di avere come partenza per la mia ricerca di uno stile, anche perché mi trovo bene con i consigli di Anna: pantaloni e jeans dritti o leggermente a sigaretta, di colori scuri (ma preferisco il grigio scuro al nero), a vita media (sono stufa di quelli a vita bassa, non mi va di dovermi preoccupare ogni volta che mi piego e trovo che quelli a vita media mi stiano meglio e aiutino a contenermi la pancia senza rischiare fuoriuscite di rotolini). Per ora ne ho solo un paio così, e credo siano anche un po' troppo chiari, ma spero di riuscire a procurarmene altri.
Anche sui vestiti non credo di avere grandi problemi (vita alta, nella zona delle costole, svasati, ...), e in ogni caso non credo che li metterei fra i capi del mio ipotetico armadio base, preferirei restare su pantaloni e gonne.

Pinterest

Ecco, i miei grandi punti interrogativi sono le gonne e il "sopra": boooh! Le gonne non capisco da che punto del corpo farle partire (vita alta? media? bassa?), anche perché nonostante le gonne a vita alta mi sembrino stupende poi quando provo a metterle io mi sento ridicola, e per di più non piacciono neanche al mio ragazzo (non sono un tappetino, ma quando qualcosa non piace a lui fatico a metterlo anche se piace a me)...forse è perché sono bassina, ma mi sembra di essere tozza e fantozziana. Poi non capisco a cosa le posso abbinare per essere vestita come dicevo prima: semplice, non troppo elegante ma carina, adeguata alla situazioni quotidiane.
Maglie, magliette, top, maglioni...anche se quelli sono in alto mare. Mi piacciono le cose colorate ma anche quelle più semplici, stampe un po' "romantiche" o più spiritose (gufi, disegni bambineschi, ...), tagli semplici o un po' più elaborati. Ecco, qui si capisce meglio cosa intendo quando dico che non ho uno stile e che non capisco cosa mi stia bene. 

Le camicie sono una cosa ulteriormente a parte: mi piacciono, vorrei riuscire a metterle anche dentro ai pantaloni, ma non riesco a trovare un modo per farlo senza sentirmi ridicola. Per ora l'unica quella che uso è questa: 
http://www.chapaki.com/foto-zoom-e-prezzi-camicia-in-jeans-di-pimkie.html, in genere con le maniche arrotolate e aperta, ma ne ho anche qualche altro paio, te ne farà vedere alcune in foto.
Forse è bene affrontare anche il discorso accessori, sempre che tu non ti sia già sparata (o stia assoldando un killer per sparare a me). Non uso molti accessori, e anche per questi non mi rifaccio a uno stile particolare: ho catenine dorare e argentate con ciondoli semplici (tipo una piccola luna d'oro che mi hanno regalato da piccola), collane e bracciali più etnici (ma niente di oversize, decisamente), non porto gli orecchini perché quando ci ho provato mi hanno fatto infezione, e cinture ne ho tipo 2: una per la vita che ho preso insieme a un vestito, una per i fianchi che non so neanche da dove venga e che non uso quasi mai perché mi sembra sempre faccia troppo spessore e non so come abbinarla. Mi piacerebbe usare un po' più spesso le cinture (non quelle grosse), penso che con i pantaloni a vita media e una maglietta giusta (ma quale?) potrebbero piacermi molto. Cappelli ne ho pochi e solo da quest'anno, ma d'inverno ogni tanto mi piace osare e abbinarli al mio cappotto nero, ho un paio di simil-baschi con una piccola visiera, che non so come si chiamano. Prima o poi proverò anche un cappello estivo di paglia, chissà che non mi stia bene! Le mie borse sono poche e tutte alla spalla, attualmente uso principalmente: una borsa nera semplicissima, una borsa marrone di cui ti ho già parlato, e una a fiori osa/bianchi con rifiniture marroni.
Pinterest

Credo che vorrei uno stile con tocchi maschili (dati dai pantaloni, ad esempio), ma sempre femminile e un po' ironico, ma non so se riesco a rendere l'idea. La cosa che più mi importa è avere uno stile che mi rispecchi...tanto più che mi accorgo ora che ti ho praticamente fatto la MIA descrizione!
Sono proprio in crisi di abbigliamento: fra i cambi di gusti normali quando si cresce e tutte le nozioni sparse che il blog di Anna mi ha dato, ho un armadio pieno di cose che non so più come combinare e considerare, e credo sia anche per questo che sono riuscita a mettere insieme un email così lunga quando volevo solo chiederti una mano, e che ho anche altri dubbi che non sono riuscita a tradurre in parole scritte. Sono un caso disperato o alla mia età queste crisi d'identità sono normali?
Grazie di aver continuato a leggere nonostante il poema,
Ari

Etichette: ,