A domanda, rispondo (clessidre edition)

Di ritorno da due lunghe settimana di finta vacanza (quella vera sarà a settembre, quando tutto costa meno e la ressa dei turisti s'è ormai dileguata, perchè se c'è qualcosa che odio più delle zanzare tigre sono proprio i turisti) durante i quali nell'ordine:
- ho provato ad abbronzarmi costringendo la mia pelle - e la mia intelligenza - a lunghe sedute in piscina spalmata sul lettino sotto il sole di mezzogiorno (e chi mi conosce sa bene che per me tutto questo è una tortura) per riuscire a ottenere un tono di pelle che la gente definirebbe "normale" di contro al mio solito pallore nobiliar-cadaverico che una volta una mia conoscente truccandomi definì "olivastro pallido". Ossia "verde". 
- i miei capelli si sono shatushati da soli come fanno ogni benedetta estate da quando ho 3 anni; la parrucchiera mi ha detto che in realtà è normale dato che sono molti sottili e ricci e il riccio sottile di per lui perde idratazione e quindi pigmento, ma io questo shatush non lo sopporto un gran che e quindi a settembre di solito mi faccio scurire le punti di un tono per pareggiarli. Sta di fatto che quest'estate pare che la gente paghi non poco per avere la radice scura e le punte chiare (io e mia sorella le chiamiamo amorevolmente "pipì di gatto") e quindi bon, risparmio 50 euro e mi tengo la chioma shatushata rosso-bionda. 
- ho lavorato alla traduzione dell'articolo che devo consegnare a ottobre (vi avevo detto che erano comunque delle finte vacanze) mentre mi abbronzavo e shatushavo.
- ho sfogliato TUTTE - e con tutte intendo tutte - le riviste da femmina (come le definiva il mio adorato ex coinquilino) con gli inserti speciali sfilate autunno inverno così adesso sono scafata e pronta al cambio di stagione dei miei "consigli". Il prossimo post ne sarà la riprova, pazientate ancora un po'!

Chiusa la parentesi "fatti miei", passiamo al vero argomento di questo post, ossia i consigli clessidrici che, come richiesto, hanno iniziato a fioccare nella mia mail da un mesetto a questa parte. 




Ciao,
grazie per il prezioso aiuto che potrai darmi. Ho già scritto ad Anna che mi dice che dovrei essere una clessidra poco formosa ma le avevo mandato una foto in cui mi si vedeva da lontano e non ne sono sicura. vorrei chiedere un parere anche a te. Sono alta 1,70 e peso 55-56 kg. Ora che sono un po’ ingrassata, mi sembra di prendere peso sulla pancia o almeno lì è il punto che mi da più fastidio..
Ti chiedo, in particolare per la prima foto, quella con i pantaloni color salmone, se quell'abbinamento può essere azzeccato oppure no. In generale ho dei pantaloni aderenti e vorrei capire se per la mia fisicità sono proprio da evitare o se posso mimetizzare comunque un po’ i fianchi larghi.
Sto cercando di trovare un mio stile e non è facile.

Grazie per l'aiuto!

A presto
Manuela

                

Sicuramente Anna ha ragione a prescindere, ricordatevelo sempre ;) Dato per assodato questo, sicuramente Manuela essendo tu molto magra sei una clessidra un po’ “anomala”: se anche non segni il punto vita pochi vestiti ti infagottano, gli skinny ti stanno benissimo (forse persino meglio che a una rettangolo, dato che sottolineano le tue forme femminili senza che tu abbia bisogno di “strategie” per sembrare meno spigolosa), le camicie non rovinano la tua figura a patto che abbiano un taglio femminile e avvitato. Dunque benissimo questo abbinamento per il lavoro. Ti lascio altre due-tre dritte per sfruttare al massimo questi pantaloni, in diverse occasioni e contesti, e la camicia (anche) maschile. Prima di tutto il color salmone si presta moltissimo a creare outfit primaverili-estivi, ma è meglio lasciarlo nell’armadio in autunno; durante la stagione calda il meglio di sé lo dà, come il corallo, abbinato al bianco (ho messo il peplum qui sotto perchè do per scontato tu sappia che con il tuo fisico sta divinamente) e al beige. È vero che è un abbinamento molto classico ma non quel tipo di classico che ti fa sembrare una vecchia zia. Un'altra idea è abbinarlo ad un blazer blu (sotto basta una t-shirt bianca) o ad una camicia di jeans, con accessori neri che spezzino il "troppo chiaro". Sta benissimo con l'oro quindi preferisci in ogni caso braccialetti e collane così piuttosto che d'argento o in plexiglas multicolor. Non mi fa impazzire invece mixato ad altri capi pastello, troppo lezioso. 




































Le camicie come detto devi preferirle avvitate ma, nel caso ci sia una camicia dal taglio maschile che ti piace molto non lasciarla in negozio ma usala con una gonna a vita alta, di panno spesso che la renda ben strutturata (altrimenti la camicia infilata dentro farà l’effetto fagotto). E ti prego: non chiamarli fianchi larghi.

°°°

Ciao! Sono una pera o forse clessidra perché ho seno... di fatto ho due belle cosciotte di 58 cm con ginocchio e polpaccio robusti (42 e 38 cm rispettivamente). 
Aborro i pantaloncini corti con queste gambe, mi imbarazzano molto le gite in montagna e campagna in cui tutte indossano shorts o pantaloni sopra il ginocchio e spesso non vi partecipo x evitare problemi di look!
Cosa mi consigli? 

Francesca

PS. Dimenticavo...33 anni cosce con molta cellulite e smagliature e pure rilassamento cutaneo! :(


Schivare passeggiate in montagna e scampagnate con le amiche per colpa degli shorts è un delitto contro l'umanità quindi cara Francesca vediamo di rimediare. Innanzitutto, sui sentieri di montagna nessuno bada a come sei vestita, credimi; ho passato mesi e mesi della mia vita nelle Dolomiti incrociando tedeschi con pinocchietti e calzettoni colorati quindi nessuno si scandalizzerà se non sembri uscita dalla redazione di Vogue. Tu tieni a mente i tedeschi e vedrai che ti sentirai immediatamente più bella. Inoltre, le tue amiche preferiscono di gran lunga passare una bella giornata con te in un paio di pantaloni lunghi piuttosto che senza di te, a casa e vestita di tutto punto. Questo non dimenticarlo mai. Ho visto moltissime ragazze con gambe non da fotomodella indossare, durante gite in montagna varie, pantaloni    opachi e discretamente aderenti, senza però essere stretti come i leggins né sbragati come gli aborribili (quante parole sto inventando in una sola frase?) bermuda maschili. Ho fatto un giro sul sito di Decathlon - anche se non sono tipa da Decathlon, non sono tipa da sport in generale, ci sarò entrata una volta in vita mia per gli stivali da pioggia - e noto che hanno parecchia offerta in questo senso. Dai un'occhiata a questi, per esempio. Se invece riesci a vincere, come spero dal cuore, la tua avversione per i polpacci i pantaloni al ginocchio possono essere un'altrettanta valida soluzione. Ricorda che sarai su un sentiero di montagna, non ad una sfilata di moda: dovrai divertirti, non pensare alle tue gambe!

Ps. tutto questo parlare di misure dei polpacci mi ha messo addosso curiosità e ho sfoderato un metro da sarta per capirci di più. Il mio misura 36 cm e non mi sembra affatto grosso, anzi. Quindi o comincio a farmi venire dei complessi io o smettete di farvene voi!

°°°

Ciao! 
Mi chiamo Alice, volevo chiederti un consiglio perchè ho un problemino.
Mi è stato regalato un abito lacoste che sembra una polo lunga, come questo, ma in tinta unita azzurra:
                                      


ecco, il problema è che non so come portarlo.
io sono una taglia 44, forma clessidra ma con una seconda-terza di seno...
spero in un tuo consiglio e grazie mille per il tempo che mi hai dedicato.


E' sempre imbarazzante ricevere abiti in regalo; a meno che la persona in questione non conosca benissimo il nostro corpo e abbia un gusto eccellente, ci ritroviamo in mano capi che ci stanno male o peggio che starebbero male a chiunque. Quindi ricordate: meglio un massaggio o un buono da Zara... Veniamo all'abito-polo: di suo è carino, non so se rientra nel tuo stile, di certo non è adatto alla tua fisicità. E non è neanche semplice adattarlo a una clessidra, dato che una cinturina che segni il punto vita non starebbe bene: prova al massimo con una cintura alta dal colore neutro, tipo pelle. L'unica opzione, la migliore, è tenerlo così com'è; indossalo e cerca di capire davanti allo specchio se questo taglio non mortifica eccessivamente il tuo corpo. Se così non è, allora usalo senza timore, facendoti magari ispirare dallo stile preppy, per addolcire il taglio sportivo: mocassini o ballerine (ma anche delle sneakers in tela, dipende quanto vuoi accentuare il contrasto con l'abito e quanti anni hai: se superi i 30, resta sulle ballerine!), orecchini di perla (vanno bene anche quelle finte, a meno che tu non abbia un grosso budget a disposizione!) e una borsa stile shopper bicolor. Punta al massimo sulla semplicità, anche nel trucco. 


L'ispirazione: Classy girls wear pearl

Etichette: , , , , , , , , ,