Professoressa a mela




Ciao Sara,
Ho 35 anni e insegno in una scuola media. Quindi il mio cruccio principale è trovare un abbigliamento adatto al lavoro, che mi differenzi dai miei alunni (nonostante l’età ho un aspetto abbastanza giovanile, accentuato senz’altro dal mio look jeans –maglietta-scarpe da ginnastica, che però negli ulitmi due anni sto abbandonando un po’ alla volta) ma non mi faccia sentire  una  “signora di una certa età”.
Il post dell’Inge mi è stato utilissimo, perché anch’io come lei amo quello stile: semplice, comodo, non sexy, abbastanza “maschile” e lineare (la foto che ti ha mandato rispecchia in pieno i miei gusti attuali). Però ci sono dei problemi:
·         Le giacche: essendo io una mela a 8 con molta pancia e poco seno su un torace largo e con punto vita poco segnato, i blazer di solito mi aumentano le dimensioni del busto e mi fanno sembrare ancora più “larga” nella parte superiore. Naturalmente ho provato anche giacche dritte e un po’ destrutturate, ma fino ad ora non sono riuscita a trovare una giacca che mi stia veramente bene e mi soddisfi. Ripiego sul cardigan, ma non è la stessa cosa…hai qualche idea?
·         Oltre alla pancia abbondante, la mia vita è alta e il busto complessivamente corto (credo sia un “difetto” abbastanza diffuso tra mele a 8), quindi le camicie (esclusivamente dritte, senza sciancrature e decorazioni) mi pongono sempre un problema: se le tengo fuori dai pantaloni, mi sento “trasandata” anche se il busto risulta forse più proporzionato, ma se le metto dentro, devo stare attenta a dove finiscono i pantaloni: quelli a vita alta, mi fanno sembrare ancora più “corta”, anche se mi piacciono perché mi cadono bene sui fianchi, contenendo la pancia (alcuni modelli, però, la strizzano troppo e alla fine diventa ancora più evidente); quelli a vita bassa mi fanno sembrare ancora più “panciuta”, perché cadono sui fianchi senza coprire le maniglie dell’amore e la pancia, mettendola ancora più in evidenza, specialmente con la cintura. Insomma, dovrei trovare pantaloni a vita media, che però sono introvabili! Perlomeno, io non riesco mai a trovare il modello giusto, anche perché, vestendo low cost, dopo qualche lavaggio qualsiasi pantalone tende a cedere e scendere. Forse la soluzione sarebbe trovare pantaloni a vita media di qualità migliore, che mi cadano bene e non si allarghino nei lavaggi…lo so! I pantaloni sono problematici anche sulle cosce e sui polpacci: non ho le gambe slanciate e magre delle mele, ma tornite e cicciotte, polpaccio compreso. Di solito porto jeans o pantaloni slim, a sigaretta, al massimo dritti, ma la pancia mi costringe a comprare taglie come la 46 o 48, che poi mi stanno larghe sulle cosce e sul sedere. La 44, invece, che va bene su sedere e gambe, mi tira in pancia e non riesco a chiuderla. A questo punto tutti diranno: skinny e elasticizzati! Oppure leggins! Ne ho un paio ma non mi sento molto a mio agio, perché mi sembrano troppo da ragazzina e perché mettono in evidenza i miei polpacci da terzino. Inoltre i leggins non mi sembrano adatti al lavoro, li portano già le mie alunne e mi hanno sempre dato un senso di "insaccato" e di sportivo (palestra, per capirci).Non riuscirei mai a considerarli dei pantaloni!
·         Il reggiseno: non pensavo potesse costituire un problema, ma adesso che ho preso consapevolezza del mio corpo, ho capito come mai per me il primo gesto nell’arrivare a casa è sempre stato…togliermelo! Dall’età di 14 anni! Questo perché ho il seno piccolo (una 2^) ma il torace largo (sarebbe da 4^), quindi ho sempre comprato terze in cui il mio seno naviga e il mio torace si strizza; ogni volta che me lo tolgo, mi restano i segni rossi sulla pelle. Ho provato a rimediare con i gancetti aggiuntivi per allungare la fascia intorno al torace e in parte ho risolto, resta però il problema delle coppe: non ho ancora trovato il modello ideale. Adesso vanno molto push up, imbottiti, balconcini con ferretti, ma tutto questo a me risulta scomodo e in più non riesco a vedermi con il seno aumentato di due taglie artificialmente; però il reggiseno con il solo elastico, che prediligo, un po’ da adolescente, non sostiene affatto. Ho cercato da Lovable e in tutti i negozi low cost, ma finora non ho trovato nulla di soddisfacente.
·         Le scarpe: sto sforzandomi di portare ballerine, tacchi medi o alti per le occasioni speciali, stivaletti bassi alla caviglia in inverno (quelli alti sono off limits a causa dei polpacci suddetti), ma….niente ancora riesce per me a superare le sneakers. Purtroppo ho i piedi delicati e sono anche una camminatrice, quindi qualsiasi tipo di scarpa che non sia da ginnastica mi fa venire le vesciche. Le ballerine, in questo senso, sono micidiali: vesciche sul tallone e sul mignolo, vesciche dove finisce la parte superiore della scarpa…dolore infinito! Lo so che al lavoro non dovrei fare chilometri ma in realtà…li faccio lo stesso! Sono sempre su e giù per i corridoi (lunghissimi) come una forsennata, rincorro ragazzini scapestrati, neanche in aula sto ferma, ma mi muovo tra i banchi come una trottola impazzita. Insomma….quali scarpe adatte alla mia età? Inoltre non potrò portare ballerine anche in inverno! Stavo pensando ai mocassini, che fino a poco tempo fa ho sempre aborrito e giudicato inguardabili, ma adesso sto valutando che, se fossero davvero comodi, forse non sarebbero una alternativa disprezzabile…ne esistono di giovanili e sportivi? (So che sembra un controsenso, mocassini giovanili e sportivi, ma non so esprimermi diversamente).
·         La borsa: mi piacciono molto le borse oversize lisce e lineari, senza troppe tasche, possibilmente di cuoio morbido (anche colorato), solo che fino ad ora ho comprato borse in ecopelle a basso prezzo che dopo un anno di scuola mi hanno puntualmente abbandonato: superficie graffiata, scuciture, una zip rotta, una fodera letteralmente staccata per tutta la lunghezza…tieni conto che dentro ci devono stare un mucchio di libri, il notebook, a volte il proiettore portatile, la merenda (;-P) e tutti i miei oggetti personali che ovviamente si perdono sempre in mezzo al resto. Mi sto convincendo che forse la borsa richiede un investimento più alto, dovrebbe essere davvero robusta e fatta per durare, quindi sono disposta a spendere di più a patto di trovare qualcosa che davvero mi piaccia.
Scusa per la lunghezza del messaggio e per la quantità di problemi che ti sottopongo. Confido che magari queste richieste possano essere utili a tante altre mele a 8, così come altri post sono stati utili a me.
Ciao e grazie per il lavoro egregio che svolgi, con molta professionalità e ironia!
L.

Credo che se potessimo fare la classifica delle categorie peggio vestite, sicuramente al primo posto ci sarebbero gli insegnanti. Subito dopo ci sono gli studenti, ovvio, sappiamo tutti che le medie e il liceo sono il buco nero estetico dal quale nessuno è scampato nè mai scamperà. Io ricordo come fosse ieri che sfoggiavo felice un paio di leggins in velluto bordò con la staffa che credo si siano dati fuoco da soli una volta scaduti gli anni '90. 
Carissima L., siamo quindi tutte con te! Io in primis, che ho la tua stessa forma e una mamma insegnante ...che col tempo sta molto migliorando! 
Allora, punto per punto:

Giacche: la mela a 8 non deve per forza privarsi dei blazer ma quando il torace è molto largo e la pancia evidente è meglio limitarli; le giacche corte allargano ulteriormente, quelle lunghe fanno effetto tenda. Io ti propongo in alternativa proprio il cardigan, ma non quelli dritti con i bottoni, ma piuttosto quelli aperti da chiudere con una spilla all'altezza del punto vita, che nel nostro caso è appena sotto il seno. In questo modo non ti dovrai strizzare in cardigan fascianti, l'ampiezza di quelli aperti non ti segnerà la pancia e la spilla servirà per dividere seno e pancia. 
Le camicie è meglio non inserirle all'interno dei pantaloni, lasciala fuori; sceglila un po' lunga, di modo da non accorciare il torace (accorgimento che tutte le ragazze con una sproporzione gambe lunghe - busto corto dovrebbero adottare). Il discorso camicia ovviamente vale anche per tutte le altre bluse. 
I pantaloni a vita alta sono indubbiamente un'ottima scelta; oltre a contenere la pancia, si chiudono più in alto del punto più largo della mela, il che non guasta sia per la linea del corpo sia per il benessere di chi li indossa! Non so te, ma quando compravo jeans e pantaloni a vita media il bottone mi si conficcava nella pancia e talvolta tornavo a casa con i crampi. Meglio che i pantaloni siano abbastanza stretti (il che non significa "aderenti" nè tanto meno leggins che NON sono pantaloni), a sigaretta, sicuramente evita i bootcut e quelli ampi. Il nostro punto forte sono le gambe, mostriamole.
Sai anche cosa è un'ottima scelta? L'abito. Indossato con il cardigan portato come detto sopra, non sembrerà troppo elegante e non ti farà sembrare più grande della tua età. Quest'anno il tartan è ovunque, potresti pensare di acquistarne uno in toni blu o verdi; evita il total look di tartan rosso, sembreresti un albero di natale. 
Questione scarpe: le ballerine sono una trappola mortale per tutte, le prime settimane. Capisco che le sneakers siano tanto comode e tanto invitanti, ma se non vuoi confonderti con le tue allieve è meglio lasciarle al tempo libero. Il mio consiglio è di mettere i cerotti per le vesciche ogni volta che le indossi, per il tempo che servirà a farle allargare e ad adattarsi al tuo piede; di solito ci vuole un mesetto, non di più. Hai mai pensato di prendere un bel paio di stringate? Sono comode e molto femminili, soprattutto se prese bicolori o in vernice. 
Per quanto riguarda la borsa, concordo: meglio spendere di più ma averla di qualità. Che non vuol dire ovviamente andare da Prada e prendere l'ultima hit bag. Piuttosto, entrare nelle pelletterie, nei negozi specializzati e non nei classici low cost, che ti propinano spesso e volentieri plastica pura.
Detto questi, ti propongo due look molto classici, ma non vecchi. Ti distingueranno dai tuoi allievi ma non ti regaleranno 20 anni di più! 


Quando ti sarai fatta le ossa con i colori neutri, potrai osare anche quelli che base non sono: gradualmente, questo è ovvio, e senza mescolarne troppi insieme. Non devi escludere neanche i jeans, con una camicia e un bel cardigan li renderai meno sportivi. 

Trovare - infine - il reggiseno giusto è uno dei primissimi passi da fare per vivere meglio; mi pare molto strano che da Lovable, dove distinguono coppa e giro torace, non riesci a trovare nulla! Io mi ci trovo molto bene, nei loro reggiseni. Però continua a cercare e chiedi un consulto alle commesse dei negozi specializzati (per carità: lascia perdere i low cost, Intimissimi, Tezenis and co.); solitamente sono molto preparate e misurano, metro alla mano, il giro torace per trovare la taglia giusta e soprattutto la forma giusta per il tuo seno, al di là della moda del momento. 

Etichette: , , , , , , ,