Winter Wedding

Cara Sara, navigando in rete sono approdata al bellissimo blog di Anna, così eccomi qui, dopo aver di conseguenza scoperto il tuo,a chiederti un consiglio. Ecco in poche stringatissime righe la mia quasi disperata richiesta di aiuto. 
Due giorni fa, per poter presentare per tempo una richiesta di avvicinamento, abbiamo deciso con il mio compagno di sposarci in Comune tra fine ottobre e metà novembre. Sono ancora frastornata, tant'è che ci ho messo due giorni a razionalizzare e ad iniziare a chiedermi cosa volessi indossare. Questo perchè con calma, e con qualche euro in più poi vorremmo completare con una seconda cerimonia. Però mi conosco, anzi ci conosco, probabilmente la seconda non ci sarà, per cui vorrei comunque un abito carino nelle foto, non il solito tailleur. Anche perchè, essendo una donna-clessidra, mi donano di più gli abiti dei tailleurs. Come vedi Anna ha dipanato un po' la matassa, sono una donna clessidra, con la vita poco segnata dai chili di troppo. Le mie misure sono: seno 113, vita 88, fianchi 108 e sono alta (ehm, bassa) 1,60. Quali sono i modelli di abiti che potrebbero valorizzarmi? E quali accessori sono indicati? 
Sai, vorrei recarmi presso due atelier della mia città dopo aver studiato qualche modello in rete, tempo non ne ho tantissimo e neppure voglia di vedermi propinare magari un abito corto e scollato solo perchè in comune si possono 
osare parti del corpo scoperte. Chissà, magari potrei ritrovarmelo con un cambio accessori per la seconda cerimonia qualora dovesse esserci, di questi tempi meglio risparmiare ;)
Ti ringrazio di cuore
Maria Luna


Ho visto abbastanza puntate di "Say Yes to the Dress" da sapere che l'unica che sa qual è l'abito giusto per la sposa è la sposa; quindi no, non mi azzarderei mai a dire a una sposa cosa dovrebbe indossare! In generale, valgono le stesse regole per gli abiti normali, rispetto alle forme del corpo: vita segnata e gonne svasate per chi ha le curve, taglio a impero per il seno abbondante, taglio dritto per le mele. L'unica cosa che posso dire è che nessuna sposa dovrebbe morire di freddo il giorno delle sue nozze. Si può restare calde senza imbaccuccarsi nel piumino; ecco qualche idea:

Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Per quanto riguarda il matrimonio in Comune in particolare, è sicuramente molto meno castigato e formale rispetto a quello in chiesa, il che direi che in molti casi è un bene dato che si può osare ed adattare l'abito al proprio gusto personale. Ovviamente osare non significa arrivare svestite in stile pornosposa. Se il classico abito lungo ti piace, puoi dargli una botta di vita con un accessorio colorato, come un paio di scarpe rosso fuoco (o fucsia, o verde menta, o argento, o qualsiasi sia il tuo colore preferito), una fascia in contrasto in vita o un accessorio per capelli particolare. Se invece preferisci un abito "civile", puoi orientarti su qualcosa che non sia pensato per una sposa (per esempio un abito bianco da cocktale), al quale abbinare gli accessori di cui sopra. Pensaci: avrai l'occasione di prendere un paio di scarpe eccentriche che adori senza pensare per forza alle "occasioni d'uso"; vedrai che poi, avendole nell'armadio, le userai di sicuro.
La cosa importante è che tu ti sciolga in lacrime davanti allo specchio quando ti metteranno il velo (anche questo insegnato da "Say Yes to the Dress") e che ti veda bellissima. 

Thesweatestoccasion

Etichette: , , ,